CERTOSA DI PADULA

Tra storia e spiritualità

La Certosa di San Lorenzo, conosciuta come Certosa di Padula e prima certosa ad essere sorta in Campania, è situata a Padula, nel Vallo di Diano, in Provincia di Salerno.
Nel 1998 è stata dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall’Unesco e nel 2002 è stata inserita dalla Regione Campania nel novero dei Grandi Attrattori Culturali.
Luogo affascinante, ricco di storia e di intensa spiritualità, al suo interno mostra ancora parti di notevole interesse nonostante i numerosi spazi vuoti causati dalla tentata soppressione della Certosa da parte dei francesi agli inizi dell’Ottocento, che provocò la dispersione di numerosi tesori artistici. Tra questi l’altare maggiore e il portone di legno di cedro, risalente al 1374; il sarcofago cinquecentesco di Tommaso Sanseverino, inserito nella Cappella del Fondatore, in un angolo del Chiostro del piccolo Cimitero antico; il Chiostro ‘grande’ con il suo scalone ellittico a doppia rampa, di stile vanvitelliano, con otto grandi finestroni, che unisce i due livelli del Chiostro; la cella del Priore, un appartamento di dieci stanze, caratterizzato soprattutto dall’accesso diretto ad una delle più fornite biblioteche religiose del mondo, che in passato custodiva migliaia tra libri, codici miniati e manoscritti. Infine, una suggestiva scala elicoidale in pietra che si apre a ventaglio e porta all’anti-sala della grandiosa biblioteca della Certosa di Padula, della quale restano soltanto duemila volumi.
 
 
 
Newsletter
Iscriviti ora alla nostra newsletter!
 
 
Le nostre certificazioni
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.