Paestum: tra mito e archeologia

La più bella città antica del Cilento

La città antica di Paestum è posizionata a pochi chilometri a nord della costiera cilentana e, per chi trascorre una vacanza nel Cilento, è d’obbligo una tappa in questo sito archeologico noto in tutto il mondo e la cui storia iniziò con la fondazione della città di Poseidonia agli inizi del VI secolo a.C. da parte di un gruppo di Achei, provenienti da Sibari, che presero possesso del territorio a sud del fiume Sele.
Oggi l'intera area archeologica comprende l’antica città, che sin dal suo sorgere fu divisa in aree pubbliche e private con diverse funzioni, la cinta muraria di una lunghezza che si approssima intorno ai cinque chilometri, le zone sacre, il santuario settentrionale con il Tempio di Cerere e quello meridionale, lo spazio politico dell’Agora, il Foro di età romana e le Terme. 
Il santuario di Hera alla foce del Sele dista, invece, circa nove chilometri: la sua fondazione, viene attribuita al mito Giasone, il leggendario capo della spedizione degli Argonauti alla conquista del vello d'oro.

Nell’area è presente anche il Museo Archeologico Nazionale di Paestum, tra i più importanti musei archeologici dell'Italia Meridionale. Situato all'interno della città antica, narra, attraverso i reperti esposti, la storia di Paestum, dapprima colonia greca con il nome di Poseidonia e poi città lucana e romana. In questa stessa zona, lateralmente rispetto al Museo, è presente anche la Chiesa della SS. Annunziata, più nota come Basilica Paleocristiana.
 
 
 
Newsletter
Iscriviti ora alla nostra newsletter!
 
 
Le nostre certificazioni
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.